scrittura allo specchio riflesso

La scrittura speculare: cos’è?

Sembra strana se non la conosci: la scrittura speculare e le sue particolarità!

La Scrittura Speculare (o scrittura riflessa) è una particolare modalità di esecuzione della scrittura. Si verifica quando il movimento della scrittura invece che procedere da sinistra a destra, come previsto dal modello calligrafico, avviene in modalità speculare.

Attenzione! Non significa, come pensano alcuni, che la scrittura procede semplicemente da destra a sinistra, ma la scrittura è di fatto completamente capovolta, come se fosse stata scritta allo specchio. Chi scrive in questo modo cioè ha una scrittura con due differenze rispetto al normale modello calligrafico utilizzato in Italia (e in occidente):

  1. Movimento da destra a sinistra
  2. Ribaltamento delle lettere sull’asse verticale
scrittura speculare
Un esempio illustre di scrittura speculare: Leonardo Da Vinci. A sinistra la scrittura REALE di Leonardo, così come era abituato a scrivere. A destra, ottenuta con ELABORAZIONE GRAFICA, la scrittura ribaltata: diventa così leggibile da tutti.

Come mai?

Non ci sono motivazioni univoche per l’adozione di una scrittura speculare da parte delle persone. Le motivazioni possono essere molteplici. In alcuni casi, in passato, veniva usata per rendere difficoltosa la lettura di un documento. In questo modo l’autore poteva appuntare contenuti riservati. Bisogna considerare che si tratta ovviamente di una forma semplice di occultamento del contenuto, poichè non è impossibile nè difficile riuscire a leggere un testo capovolto.

Alcune ricerche dimostrano che in una minima percentuale di bambini c’è una origine neurologica alla base della scrittura capovolta. Generalmente questi casi possono essere corretti, permanendo poi eventualmente la capacità di adottare una doppia scrittura.

C’è poi il caso di persone, in genere sempre i più piccoli, che modificano la loro scrittura per gioco al fine di differenziarla da quella degli altri. Nel caso dei bambini questi fenomeni possono avvenire sia per -ingenuamente- nascondere il contenuto ad altri, sia appunto per differenziarsi dagli altri. Si tratta appunto di una modalità giocosa, che può essere corretta, in quanto non deriva da cause neurologiche. Un percorso di rieducazione della scrittura o di Grafologia Evolutiva può certamente aiutare in queste situazioni. In soggetti adulti può permanere la capacità di scrivere in modo speculare, come competenza grafomotoria appresa in giovane età.

C’è infine il caso che la scrittura speculare sia adottata in età adulta pedissequamente. Il tentativo, ingenuo, è sempre quello di nascondere quello che si sta scrivendo, evidenziando in alcuni casi turbe psichiche legate alla paura di complotti, necessità di nascondersi agli altri, etc.

Alcune famose personalità del passato facevano uso, saltuario o sistematico, di scrittura speculare. E’ il caso ad esempio di Leonardo, cui abbiamo dedicato un articolo di approfondimento alla seguente pagina sulla scrittura di Leonardo da Vinci.

Scopri altri articoli di interesse grafologico su TuttoGrafologia.com!

Lascia una risposta