Perizia grafologica su fotocopie

28 aprile 2015

sfondo grafiaMolto più spesso di quanto non si pensi, il Consulente Grafologo deve lavorare su documenti forniti in fotocopia.

Questo accade soprattutto nell’indagine sui testamenti olografi perchè il cliente dispone solo di una copia mentre l’originale è depositato presso lo studio notarile dove è stato pubblicato ed è possibile visionarlo solo nel corso delle operazioni peritali accompagnati dal CTU del Giudice che ha disposto la perizia grafologica.

L’esame sulle fotocopie riguarda però anche firme, lettere anonime, documenti manoscritti, contratti. Quando si conduce l’osservazione sulle fotocopie è necessario essere estremamente prudenti perchè alcune categorie grafiche come quella della pressione non si può indagare in modo dettagliato.

In casi come questi il giudizio conclusivo sarà sempre nell’ambito delle probabilità e soggetto a riserva.

Alcune volte può succedere di trovarsi di fronte a casi di falsificazione per fotocomposizione, conosciuta anche come “copia-incolla”. Una firma, un dettaglio grafico, uno scritto viene scansionato, copiato e poi applicato su un documento vuoto. Per svolgere un’analisi corretta è necessario in questi casi avere a disposizione l’originale del documento.

INFORMAZIONI SUI NOSTRI SERVIZI ALLO 0532 869696 O AL 335 6158695

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math      
 

*